Il Ponte de le Tette e la Fondamenta de le Tette si trovano a Venezia, al confine tra i sestieri di San Polo e Santa Croce, nella parrocchia di San Cassiano.

Ai tempi della Repubblica di Venezia, tutta la zona (Carampane) costituiva un vero e proprio quartiere a luci rosse, in cui abbondavano le case di tolleranza e una di queste si trovava proprio sopra al ponte delle Tette[1]. Le prostitute, affacciandosi alle finestre in direzione del ponte sottostante, erano solite adescare i passanti mostrando loro i seni scoperti. Da qui ha origine questa singolare toponomastica.[1][2]

Secondo lo storico Tassini, tale costumanza potrebbe essere stata imposta alle meretrici da una legge della Serenissima per limitare il diffondersi dell'omosessualità, ovvero con lo scopo di "distogliere con siffatto incentivo gli uomini dal peccare contro natura"[1][3].

^ a b c Tassini, Curiosità veneziane, Filippi Editore ^ Giambattista Gallivciolli, Delle memorie venete antiche profane ed ecclesiastiche, vol. 6, Venezia, appresso Domenico Fracasso, 1795, p. 168. ^ Giorgio Bellavitis (a cura di), Venezia: le isole della Laguna, la riviera del Brenta, Touring Club Italiano, 1997, p. 56.
Fotografie di:
Didier Descouens - CC BY-SA 4.0
Statistics: Position
1347
Statistics: Rank
88827

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Sicurezza
912435768Fai clic/tocca questa sequenza: :codice

Google street view

Dove puoi dormire vicino Ponte delle Tette ?

Booking.com
481.341 visite in totale, 9.174 Punti di interesse, 404 Destinazioni, 2 visite oggi.