La moschea Áziret Sultan (in kazako: Әзірет Сұлтан мешіті?, traslitterato: Áziret Sultan meshiti; in russo: мечеть Хазрет Султан?, traslitterato: mečet' Chazret Sultan) – nota anche come moschea Hazrat Sultan – è un edificio di culto musulmano situato ad Astana, capitale del Kazakistan.

Realizzata su progetto dell'architetto Sagyndyk Žanbolatov e dedicata a Khwaja Ahmad Yasavi, all'inaugurazione – avvenuta nel 2012 – era la seconda più grande moschea di tutta l'Asia centrale e rimase la più grande della nazione sino al 2022.

 Il cantiere nel 2011.

La costruzione della moschea è considerata una delle tappe del processo di rinascita culturale e religiosa avvenuto nella moderna storia del Kazakistan in seguito alla dissoluzione dell'Unione Sovietica, che per decenni aveva applicato le proprie politiche repressive nei confronti della religione[1]. Il nome dell'edificio è traducibile in moschea del "Sultano Sacro" – epiteto riferito al poeta e mistico Khwaja Ahmad Yasavi vissuto nel XII secolo nel territorio dell'odierno Kazakistan[1] – e fu suggerito dall'allora presidente Nursultan Nazarbaev[2].

Il progetto venne affidato al capo progettista cittadino in carica, l'architetto locale Sagyndyk Žanbolatov autore di numerose altre opere nella metropoli[3][4], che redasse due progetti: uno in stile classico (quello effettivamente realizzato) ed uno in stile moderno[5]. Il compito della costruzione fu assegnato all'impresa edile turca Sembol İnşaat[6]. I lavori presero avvio nel 2009 – il 29 giugno si tenne la cerimonia per la posa di una capsula del tempo – e avrebbero dovuto concludersi a dicembre 2011, ma subirono dei ritardi che causarono lo slittamento del completamento dell'opera[7]. Il cantiere vide coinvolti contemporaneamente fino a 1 500 operai[8] ed il 15 gennaio 2012 venne interessato da un incendio, causato dall'utilizzo di un saldatore su del poliuretano[7], che provocò un morto tra i lavoratori[9].

L'inaugurazione dell'edificio avvenne il 6 luglio 2012, nel giorno del compleanno del presidente Nazarbaev[9], che durante la cerimonia presentò una copia del Corano in argento[2] destinata ad essere lì custodita[10]. La moschea era a quella data la seconda più grande dell'Asia centrale dopo la moschea Turkmenbashi Ruhy di Gypjak, in Turkmenistan[8]; venne successivamente superata per dimensione anche dalla moschea centrale Imam Sarakhsi di Biškek – in Kirghizistan[11] – e dalla moschea centrale di Dušanbe, in Tagikistan[12]. Nel 2022 venne superata per dimensioni da una nuova moschea construita nella stessa capitale kazaka[13].

^ a b (EN) Richard Weitz, Holy Sultan Mosque Marks Kazakhstan’s Muslim Revival, su jamestown, 17 agosto 2012. URL consultato il 30 dicembre 2021. ^ a b (EN) Hazrat Sultan Mosque Launches Online, 3D Tour, su astanatimes, 29 marzo 2016. URL consultato il 29 dicembre 2021. ^ Errore nelle note: Errore nell'uso del marcatore <ref>: non è stato indicato alcun testo per il marcatore Sputnik ^ (RU) Ирина Галат, 10 современных казахстанских архитекторов, su zakon. URL consultato il 30 dicembre 2021. ^ (RU) Aigul Mukhambetova, Президент и его команда дали нам свободу – архитектор о проектировании Астаны, su baigenews, 22 giugno 2018. URL consultato il 30 dicembre 2021. ^ (EN) Kazakhstan inaugurates turkish-made largest mosque, su islam, 6 luglio 2012. URL consultato il 31 dicembre 2021. ^ a b (RU) мечеть «Хазрет Султан» (Астана, Казахстан), su mahalla1, 4 maggio 2014. URL consultato il 30 dicembre 2021. ^ a b Errore nelle note: Errore nell'uso del marcatore <ref>: non è stato indicato alcun testo per il marcatore Visit ^ a b (EN) Central Asia's Largest Mosque Opens In Kazakhstan, su rferl, 6 luglio 2012. URL consultato il 29 dicembre 2021. ^ (KK) Мешіт тынысы, su muslim. URL consultato il 30 dicembre 2021. ^ (EN) Erdoğan inaugurates Central Asia's largest mosque in Kyrgyzstan, su dailysabah, 2 settembre 2018. URL consultato il 29 dicembre 2021. ^ (EN) Biggest Mosque in Central Asia to Be Inaugurated in Tajikistan, su iqna, 3 febbraio 2020. URL consultato il 29 dicembre 2021. ^ Errore nelle note: Errore nell'uso del marcatore <ref>: non è stato indicato alcun testo per il marcatore NM
Fotografie di:
t_y_l - CC BY-SA 2.0
U.S. Department of State - Public domain
Cambronn - CC BY-SA 4.0
Statistics: Position
3128
Statistics: Rank
37777

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Sicurezza
832456179Fai clic/tocca questa sequenza: :codice
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Google street view

Dove puoi dormire vicino Moschea Áziret Sultan ?

Booking.com
535.993 visite in totale, 9.233 Punti di interesse, 405 Destinazioni, 70 visite oggi.