გორის ციხე

( Gori Fortress )

La fortezza di Gori (in georgiano: "Goris Tsikhe") è una cittadella medievale in Georgia, situata sopra la città di Gori su una collina rocciosa.

In piedi sulla sommità del colle, i contorni della fortezza seguono il rilievo naturale, da cui la forma irregolare. Le fortificazioni interne occupano l'intero pianoro, da cui le mura scendono verso la strada lungo il versante occidentale. In origine, le mura raggiungevano il fiume sottostante e l'acqua doveva essere deviata attraverso un tunnel, ma da allora il fiume si è ritirato.

La fortezza compare per la prima volta in documenti del XIII secolo, ma le prove archeologiche mostrano che il l'area era già stata fortificata negli ultimi secoli aC. La fortezza era di grande importanza strategica, data la sua posizione dominante a guardia di una rotta commerciale regionale, e ospitava un grande presidio. Nel XVI secolo gli ottomani la conquistarono per sgomentare Tbilisi. Nel 1598 i georgiani, guidati dal loro re Simone ...Leggi tutto

La fortezza di Gori (in georgiano: "Goris Tsikhe") è una cittadella medievale in Georgia, situata sopra la città di Gori su una collina rocciosa.

In piedi sulla sommità del colle, i contorni della fortezza seguono il rilievo naturale, da cui la forma irregolare. Le fortificazioni interne occupano l'intero pianoro, da cui le mura scendono verso la strada lungo il versante occidentale. In origine, le mura raggiungevano il fiume sottostante e l'acqua doveva essere deviata attraverso un tunnel, ma da allora il fiume si è ritirato.

La fortezza compare per la prima volta in documenti del XIII secolo, ma le prove archeologiche mostrano che il l'area era già stata fortificata negli ultimi secoli aC. La fortezza era di grande importanza strategica, data la sua posizione dominante a guardia di una rotta commerciale regionale, e ospitava un grande presidio. Nel XVI secolo gli ottomani la conquistarono per sgomentare Tbilisi. Nel 1598 i georgiani, guidati dal loro re Simone I, la assediarono per nove mesi inutilmente; nel 1599 finsero di alleviare l'assedio per la Quaresima e poi lanciarono un attacco notturno a sorpresa per riprendere il controllo della cittadella. La fortezza continuò a passare di mano tra georgiani e persiani nel XVII secolo.

La cittadella acquisì la forma attuale sotto i re georgiani Rostomo di Cartali negli anni 1630 e Erekle II nel 1774. Dopo il suo completamento, il re Rostomo chiese al missionario italiano Cristoforo Castelli, che visse a Gori, di disegna la fortezza. La sua splendida illustrazione del 1642 circa è un prezioso documento storico. Dopo l'annessione russa della Georgia nel 1801, la fortezza fu presidiata da un battaglione di granatieri russi, ma la sua importanza diminuì gradualmente e le fortificazioni andarono in rovina. Il piano urbanistico del 1824 mostra la cittadella, la città sulle pendici della collina e un fossato che circonda entrambi. L'Encyclopædia Metropolitana britannica riferì nel 1845:

Ai piedi di una catena di basse colline di arenaria sorge il Borgo e Fortezza di Gori, (forse la Gursenna di Strabone), il luogo successivo per grandezza e importanza per Tiflis. Il castello, un oblungo, lungo 200 passi, posto sedici braccia sopra il livello del Liakhvi, che corre ai piedi della collina su cui sorge, è ora abbandonato, essendo una cappella nel suo angolo sud-orientale l'unica parte in utilizzare.

La fortezza di Gori è stata notevolmente danneggiata da un terremoto nel 1920. La struttura meglio conservata è Tskhra-kara ("il Nove cancelli"), rivolto a ovest e collegato da mura supplementari a sud e a est.

Fotografie di:
Zones
Statistics: Position
2267
Statistics: Rank
58197

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Sicurezza
593172468Fai clic/tocca questa sequenza: :codice
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Google street view

Dove puoi dormire vicino Gori Fortress ?

Booking.com
526.910 visite in totale, 9.232 Punti di interesse, 405 Destinazioni, 685 visite oggi.