Mount Adams (Washington)

( Monte Adams )

Il monte Adams (in inglese Mount Adams), dal nome del presidente John Adams, è un vulcano degli Stati Uniti situato nel sud dello Stato di Washington. Fa parte dell'arco vulcanico delle Cascate, il quale raggruppa diversi vulcani tra cui il monte Saint Helens e il monte Rainier, e dell'omonima catena. Alto 3 742 metri sul livello del mare, la sua ultima eruzione risale al 950 circa. A ogni modo, rimane monitorato perché la presenza di un grande campo di ghiaccio alla sua sommità e sui suoi fianchi costituisce una minaccia per le popolazioni circostanti se il vulcano dovesse risvegliarsi sciogliendo i suoi ghiacciai.

La montagna, per lo più ricoperta di conifere al di sotto del piano alpino, è protetta all'interno della foresta nazionale di Gifford Pinchot e della riserva naturale che da lei trae il nome. Sul suo versante orientale, dal 1855, ha sede la riserva indiana Yakama. Se la presenza dei nativi nell'area risale ad almeno 9...Leggi tutto

Il monte Adams (in inglese Mount Adams), dal nome del presidente John Adams, è un vulcano degli Stati Uniti situato nel sud dello Stato di Washington. Fa parte dell'arco vulcanico delle Cascate, il quale raggruppa diversi vulcani tra cui il monte Saint Helens e il monte Rainier, e dell'omonima catena. Alto 3 742 metri sul livello del mare, la sua ultima eruzione risale al 950 circa. A ogni modo, rimane monitorato perché la presenza di un grande campo di ghiaccio alla sua sommità e sui suoi fianchi costituisce una minaccia per le popolazioni circostanti se il vulcano dovesse risvegliarsi sciogliendo i suoi ghiacciai.

La montagna, per lo più ricoperta di conifere al di sotto del piano alpino, è protetta all'interno della foresta nazionale di Gifford Pinchot e della riserva naturale che da lei trae il nome. Sul suo versante orientale, dal 1855, ha sede la riserva indiana Yakama. Se la presenza dei nativi nell'area risale ad almeno 9 000 anni fa, la vetta andò scoperta dagli europei nel 1805 dalla spedizione di Lewis e Clark. Scalato per la prima volta nel 1854, resta un luogo abbastanza isolato e costituisce oggi una destinazione popolare per diverse attività ricreative.

 Ritratti di Meriwether Lewis e William Clark, a capo della famosa spedizione del XIX secolo

Le prime comunità dei nativi americani giunsero in zona almeno 9 000 anni fa, come si ha conferma con riferimento ai reperti trovati nei dintorni del monte Adams. Molte tribù vi praticavano caccia e pesca, dandosi molto comunemente al nomadismo per diversi millenni.[1]

Il 19 ottobre 1805, i membri della spedizione di Lewis e Clark furono i primi europei ad ammirare il monte Adams, dalla confluenza tra i fiumi John Day e il Columbia, ma lo confusero con il monte Saint Helens, in precedenza scoperto dall'ufficiale britannico George Vancouver e dal suo equipaggio mentre entravano nello stretto di Puget durante l'estate del 1792.[2] Sei mesi dopo, il 2 aprile 1806, lo osservarono nuovamente, questa volta dalla confluenza tra il Willamette e il Columbia, e fecero il punto della loro scoperta.[2][3] Tuttavia, la confusione tra i due vulcani rimase frequente, come evince dagli scritti ultimati dal tenente Robert E. Johnson nel 1841 e da John C. Fremont nel 1843.[2] Quanto alla somiglianza con il monte Hood, fu David Thompson nel 1811 che, osservandole entrambi, le descrisse semplicemente come due "montagne innevate" e l'errore nella nomenclatura si trascinò anche nelle opere di Hall J. Kelley. George Gibbs riportò inoltre, nel 1873, che la loro somiglianza appariva tale da giustificare la confusione.[2] Per gran parte del XIX secolo, le sue caratteristiche geografiche continuarono a essere oggetto di importanti approssimazioni cartografiche.[2]

La prima ascensione della vetta accadde nel mese di settembre del 1854 per opera di A.G. Aiken, Edward J. Allen e Andrew Burge, accompagnati da un certo Shaw.[4] Il gruppo stava lavorando alla costruzione di una strada militare presso il passo di Naches: pare che in concomitanza con l'allestimento di un accampamento a pochi chilometri a nord-est della montagna avessero poi scalato la vetta dalla cresta settentrionale. Tale impresa è raccontata nel resoconto intitolato Steel Points del 1907 di George H. Himes, un pioniere che seguì da vicino i tre uomini ed elaborò il resoconto ultimato da Aiken.[2] Un primo tentativo sembra essere stato tentato in precedenza da un missionario e tre giovani amerindi. Questi cavalcarono sul versante sud per poi lasciare i loro animali appena cadde la prima neve: dopo aver proseguito a piedi, il gruppo decise di fare ritorno indietro per via delle avversità climatiche.[5] La storia di questa avventura è realizzata nell'opera intitolata Mission Life in Oregon.[2] Himes riportò inoltre la riuscita ascesa dal fiume White Salmon nel 1863 o nel 1864 da parte di Henry C. Coe, di M. Phelps, di Julia A. Johnson e di Sarah Fisher.[2][5]

La riserva indiana Yakama, vasta 5 662 km², fu istituita nel 1855 sul versante orientale del vulcano, accorpando quattordici tribù di nativi americani della nazione Yakama.[1]

Nel 1890, il colono e alpinista locale C.E. Rusk effettuarono una serie di ricognizioni fino alla remota regione occupata dal monte Adams e sulle prime pendici della sommità, in particolare fino al ghiacciaio che reca il suo nome.[6] Anche egli si unì alla lista di coloro che avevano realizzato un resoconto al termine della sua spedizione, raccontando il suo incontro con i nativi americani quando si trovava vicino alla linea degli alberi.[1] Nel 1901, Rusk guidò il glaciologo Harry F. Reid in zona, il primo a effettuare uno studio dettagliato del vulcano e a denominare i ghiacciai principali. Nel 1919, Rusk eseguì diversi tentativi di scalare il versante orientale: John H. Williams riportò a tal proposito nel 1912 che "pareti rocciose e campi di ghiaccio terrorizzano pure gli alpinisti più esperti".[6] Nel 1921, Rusk seguì un percorso attraverso The Castle, un promontorio roccioso la cui sommità ora ospita delle ceneri vulcaniche.[6] Nello stesso anno, lo United States Forest Service (USFS) costruì la torre di avvistamento antincendio più alta degli USA, che rimase operativa solo per tre anni.[1]

Nel 1929 e nel 1931, Wade Dean presentò due successive richieste di concessione per poter sfruttare lo zolfo sull'altopiano sommitale di 80 ettari. Dopo aver realizzato una mulattiera, egli condusse un trapano con una punta in diamante in cima e cominciò a perforare il ghiaccio. Sebbene siano stati trovati giacimenti di zolfo, la quantità estratta e la qualità del minerale non erano abbastanza buone da risultare redditizie e l'attività chiuse i battenti nel 1937; l'azienda andò in seguito definitivamente abbandonata nel 1959. Il monte Adams rimane a oggi l'unico vulcano delle High Cascades a essere stato sfruttato per scopi commerciali.[7][6]

Hans-Otto Giese, Hans Grage, Otto Strizek, Walter Mosauer e Sandy Lyons effettuarono la prima salita in sci il 16 luglio 1932. La prima avvenuta durante i mesi invernali terminò con un successo il 1º gennaio 1937 per opera di J. Daniel e W. Liebentritt. Il ghiacciaio Adams venne attraversato per la prima volta nel 1945.[6]

^ a b c d Errore nelle note: Errore nell'uso del marcatore <ref>: non è stato indicato alcun testo per il marcatore sum ^ a b c d e f g h Beckey (2000), p. 54. ^ (EN) The Volcanoes of Lewis and Clark: October 1805 to June 1806, su USGS. URL consultato il 3 agosto 2021. ^ Errore nelle note: Errore nell'uso del marcatore <ref>: non è stato indicato alcun testo per il marcatore peakbagger ^ a b (EN) First Ascent of Mount Adams, Washington Late August or Early September, 1854, su volcanoes.usgs.gov. URL consultato il 3 agosto 2021. ^ a b c d e Beckey (2000), p. 56. ^ (EN) James W. Vallance, Postglacial Lahars and Potential Hazardsin the White Salmon River System on the Southwest Flank of Mount Adams, Washington, in Bulletin 2161, USGS, 1999, pp. 20-25. URL consultato il 3 agosto 2021.
Fotografie di:
Statistics: Position
741
Statistics: Rank
138856

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Sicurezza
196523784Fai clic/tocca questa sequenza: :codice
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Google street view

Dove puoi dormire vicino Monte Adams ?

Booking.com
571.265 visite in totale, 9.238 Punti di interesse, 405 Destinazioni, 387 visite oggi.