Call de Girona

La Call de Girona era, dal punto di vista culturale, una delle comunità ebraiche più importanti dell'Occidente. Attualmente è la città meglio conservata d'Europa.

Call, dall'ebraico kahal (קהל), è la parola usata per denominare i vari quartieri ebraici in catalano.

Un documento dell'anno 888 menziona già la presenza di circa 25 famiglie di religione mosaica.

El Call de Girona cominciò a formarsi dal xii secolo, in via la Força , quando le famiglie ebree vi si stabilirono coloro che abitavano nelle vicinanze della cattedrale.

Vi vennero a vivere in media 800 persone.

In città, importanti pensatori come Jacob ben Sehet Gerundí, il poeta Mesulam ben Selomó de Piera e i grandi filosofi Ezra ben Salomó e Azriel de Girona svilupparono le loro teorie.

Tuttavia, la figura più rilevante fu il medico, poeta, filosofo ed esegeta Mosse ben Nahman, meglio noto come Bonastruc ...Leggi tutto

La Call de Girona era, dal punto di vista culturale, una delle comunità ebraiche più importanti dell'Occidente. Attualmente è la città meglio conservata d'Europa.

Call, dall'ebraico kahal (קהל), è la parola usata per denominare i vari quartieri ebraici in catalano.

Un documento dell'anno 888 menziona già la presenza di circa 25 famiglie di religione mosaica.

El Call de Girona cominciò a formarsi dal xii secolo, in via la Força , quando le famiglie ebree vi si stabilirono coloro che abitavano nelle vicinanze della cattedrale.

Vi vennero a vivere in media 800 persone.

In città, importanti pensatori come Jacob ben Sehet Gerundí, il poeta Mesulam ben Selomó de Piera e i grandi filosofi Ezra ben Salomó e Azriel de Girona svilupparono le loro teorie.

Tuttavia, la figura più rilevante fu il medico, poeta, filosofo ed esegeta Mosse ben Nahman, meglio noto come Bonastruc ça Porta.

Dalla scuola cabalistica di Girona provenne il primo gruppo di cabalisti nella penisola iberica fino alla prima metà del secolo xiii. Abraham ben Isaac he-Hazan, oltre ad essere un poeta, si distinse anche per far parte del circolo cabalistico di Girona.

Grazie al sostegno dell'ambasciata israeliana, è stata riabilitata parte della strada, dove opera il Centre Bonastruc ça Porta - Institut d'Estudis Nahmánides.

È anche sponsorizzato dal "Patronat Municipal Call de Girona".

The Call of Girona è molto visitato dagli ebrei e dai turisti in generale, perché è soprattutto una grande fonte di cultura d'altri tempi.

L'attuale quartiere conserva solo parte dell'impianto medievale.

Fotografie di:
Statistics: Position
6153
Statistics: Rank
13273

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Sicurezza
679453281Fai clic/tocca questa sequenza: :codice
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Google street view

Dove puoi dormire vicino Call de Girona ?

Booking.com
546.486 visite in totale, 9.237 Punti di interesse, 405 Destinazioni, 1.228 visite oggi.