حتا (دبي)

( Hatta (Emirati Arabi Uniti) )

Hatta (in arabo حتا?), in passato nota come Hajarain, Al Hajerin o Al Hajeran, è una comunità dell'Emirato di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. È un'exclave dell'emirato che si trova a sud-est dal suo territorio principale. Amministrativamente fa parte del Settore 8.

 Hatta Fort

Nel XIX secolo Hajarain (l'antico nome di Hatta) apparteneva al Sultanato di Mascate e Oman, come del resto tutta l'area del Wadi Hatta. Intorno al 1870, durante il regno di Azzan bin Qais, gli abitanti di Hajarain entrarono in conflitto con la vicina Masfout (attuale exclave dell'Emirato di Ajman) che era sostenuta dai Na'im di Buraimi. Successivamente, durante il regno di Turki bin Sa'id, non riuscendo questi a difendere Hajarain dalle aggressioni dei Na'im, cedette il suo territorio allo sceicco di Dubai Hasher bin Maktoum.[1]

Fino al 1906 fu usato il nome Hajarain, ma negli anni successivi si cominciò ad usare il nome Hatta.[2]

Al tempo il possedimento di Hatta, pur non essendo contiguo con il resto del territorio di Dubai, fu di grande importanza strategica per l'emirato che, stretto fisicamente e politicamente fra due potenze, l'Emirato di Abu Dhabi e sud-ovest che dominava l'area desertica da Liwa a Buraimi e la fascia costiera, e la tribu Qawasim a nord, che dominavano la maggior parte dei territori, compresi gli sceiccati di Sharjah e Ras al-Khaimah, era alla perenne ricerca di alleati.[3]

Nel 1955 ci fu una disputa sui confini fra gli Stati della Tregua e l'Oman. Successivamente, quando il diplomatico britannico Julian Fortay Walker fu incaricato di definire i confini fra gli sceiccati appartenenti al protettorato britannico degli Stati della Tregua, venne confermato che il tratto occidentale del Wadi Hatta, comprendente Hajarain, Qima e Hail così come Suhailah, fu concessa a Dubai dal sultano di Oman intorno al 1870 in cambio di servizi resi. In seguito, durante la fase di unificazione degli emirati, Hatta è stata definitivamente riconosciuta come sezione territoriale sotto la giurisdizione dell'emirato di Dubai.[3]

Hatta ha una posizione strategica importante, lungo una delle più antiche rotte commerciali seguite dalle carovane che dal golfo Persico si dirigevano verso l'Oman e il relativo golfo attreverso i Monti Ḥajar. Grazie ad essa Dubai può controllare il confine internazionale fra gli Emirati e l'Oman. A questo proposito nel 2012 il governo di Dubai ha costruito il valico di frontiera di Hatta. L'edificio principale è costituito da un'area di attesa per arrivi, partenze, uffici del personale, sale riunioni, mensa, uffici delle compagnie assicurative e sale break per i dipendenti. Vi sono quattro edifici del gate di partenza dagli Emirati Arabi Uniti e cinque edifici per gli arrivi dall'Oman, più altri cinque edifici della dogana, posti di blocco sui due ingressi del varco da entrambi i lati e una sala scanner per veicoli.[4]

Nel 2021 l'emiro di Dubai Mohammed bin Rashid Al Maktum ha lanciato il Piano di sviluppo di Hatta (Hatta Master Development Plan) come parte del piano regolatore urbano di Dubai 2040. Il Piano mira anche a trasformare Hatta in un'attraente destinazione locale e internazionale per affari, investimenti e turismo.[5]

I progetti più significativi del piano includono: realizzazione di piste ciclabili e per mountain bike, soluzioni per razionalizzare il traffico e migliorare la mobilità verso e all'interno dell'area, un programma per sostenere gli agricoltori locali e generare opportunità di business per la gente di Hatta, la costruzione dell'Hatta Souq, un mercato per i prodotti locali, la realizzazione di un lago artificiale con relativa spiaggia Hatta Beach e lungolago con strutture per il tempo libero e l'intrattenimento, la riqualificazione dell'Hatta Heritage Village e dei monumenti storici della zona.[6]

^ John Lorimer, Chapter III. History of Trucial ’Omān', in Gazetteer of the Persian Gulf. Vol I. Historical. Part IA & IB., British Library: India Office, 1915, p. 752. URL consultato il 4 febbraio 2023. ^ Frauke Heard-Bey, Op. citata, pag 243. ^ a b Moran Zaga, United Arab Emirates Enclaves: A Hybrid System of Tribal-Modern Boundaries, in Geography Research Forum - Vol. 42, 2022, pp. 38–40. URL consultato il 5 febbraio 2023. ^ Hatta Border Crossing, su dm.gov.ae. URL consultato il 6 febbraio 2023. ^ Mohammed bin Rashid approves the Hatta Master Development Plan, su dubai2040.ae. URL consultato il 6 febbraio 2023. ^ Supreme Committee to Oversee the Development of Hatta, su dubai2040.ae. URL consultato il 6 febbraio 2023.
Fotografie di:
Alexandermcnabb - CC BY-SA 4.0
Statistics: Position
7513
Statistics: Rank
7147

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Sicurezza
623574198Fai clic/tocca questa sequenza: :codice
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Google street view

Dove puoi dormire vicino Hatta (Emirati Arabi Uniti) ?

Booking.com
547.772 visite in totale, 9.238 Punti di interesse, 405 Destinazioni, 2.581 visite oggi.