Castelul Bran

( Castello di Bran )

Il castello di Bran (in rumeno Castelul Bran, IPA: [kasˈtelul ˈbran]) è un castello della Romania costruito in stile medievale gotico. Si trova presso il comune di Bran (vicino Brașov) e sorge sull'antico confine tra la Transilvania e la Valacchia.

Nella cultura di massa occidentale il castello, che è il primo della Transilvania che si incontra venendo da Bucarest sulla strada principale, è stato associato a quello tipico delle rappresentazioni del romanzo gotico Dracula di Bram Stoker. Pertanto è comunemente conosciuto come il "castello di Dracula"..

Oggi è la sede di un museo dedicato alla storia della Transilvania e alle collezioni della famiglia reale. È una delle attrazioni più famose della Romania.

L'origine della fortezza risale al 1211, anno in cui Andrea II d'Ungheria assegnò all'ordine dei Cavalieri Teutonici una locazione strategica. Dapprima venne eretta una costruzione in legno sulla cima di un picco roccioso a guardia dell'antico limes tra Valacchia e Transilvania. Da secoli il passaggio permetteva il transito dei mercanti e lo scambio delle merci; tuttavia la struttura fu abbandonata nel 1226.

Il 19 novembre del 1377 Luigi I d'Angiò-Valois riconobbe alla popolazione di Brașov la libertà di costruire a proprie spese una struttura fortificata in pietra che sarebbe poi divenuta il castello di Bran. La costruzione del castello proseguì fino al 1388, anno in cui venne sfruttato dal Regno d'Ungheria come baluardo contro l'espansione dell'Impero ottomano. Le roccaforti medievali di questo genere aiutarono a scongiurare le continue incursioni del XIV-XV secolo e a proteggere le popolazioni locali.

 La vista a ovest dalla corte

Nel 1407 la rocca fu donata dal re d'Ungheria Sigismondo di Lussemburgo a Mircea I di Valacchia per assicurargli un luogo protetto in caso di attacco. Successivamente la proprietà fu ceduta ai principi di Transilvania. Nel 1441 il condottiero Giovanni Hunyadi bloccò l'avanzata dei turchi nei territori circostanti.

Nel 1448 nel castello si insediò il voivoda di Valacchia Vlad III, conosciuto anche come "Vlad l'Impalatore" per la sua reputazione di uomo sanguinario. In seguito a numerose controversie con la vicina Brașov, la quale appoggiava un altro candidato al trono e richiedeva di versare tasse doganali molto alte, nel 1459 Vlad III attaccò la città e incendiò i sobborghi. Nel conflitto furono uccisi migliaia di sassoni di Transilvania.

Dopo la morte di Vlad III il castello, ormai in disuso, fu acquistato dai sassoni per soli 1000 fiorini il 1 gennaio 1498. Il 25 aprile 1651 gli abitanti di Braşov lo vendettero al principe di Transilvania Giorgio II Rákóczi. Anche se la regione divenne parte dell'Impero asburgico nel 1687, la fortezza venne rinnovata dopo un lungo periodo di decadenza prima nel 1723 e poi nel 1863, anno in cui il confine tra la Transilvania e la Valacchia si spostò più a nord e il castello di Bran diventò una sede amministrativa. Dal 1888, e per circa altri trent'anni, il castello restò completamente disabitato.[1]

A partire dal 1920, dopo l'unione della Transilvania alla Romania avvenuta il 1º dicembre 1918, per decisione del consiglio della città il castello di Bran divenne una residenza dei sovrani del Regno di Romania. Vi soggiornarono a lungo la regina Maria di Sassonia-Coburgo-Gotha, che ristrutturò gli interni, secondo il gusto di allora, in stile arts and crafts rumeno, e la figlia, la principessa Ileana di Romania, la quale ereditò il castello nel 1920. Il castello rimase una residenza reale estiva fino al 1932.

Nel 1948 Ileana di Romania, Antonio d'Asburgo-Lorena e tutta la famiglia reale rumena vennero esiliati dal governo comunista. Il castello, occupato dalla servitù, fu nazionalizzato dal regime e divenne un museo. Dal 1987 al 1993 si fecero lavori di ristrutturazione.

Il 1º giugno 2009, dopo svariati anni di trattative, la famiglia reale si vide restituire dalle autorità rumene l'intera proprietà come parte dell'eredità materna.[2][3]

 La vista dal parco a sud Il passaggio segreto che collega il primo piano al terzo
^ Transilvania, su britannica.com. URL consultato il 12 luglio 2020. ^ Bran Castle official website [collegamento interrotto], su bran-castle.com. URL consultato il 12 luglio 2020. ^ Dracula, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 12 luglio 2020.
Fotografie di:
Statistics: Position
750
Statistics: Rank
142278

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Sicurezza
945621783Fai clic/tocca questa sequenza: :codice
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Google street view

Dove puoi dormire vicino Castello di Bran ?

Booking.com
571.259 visite in totale, 9.238 Punti di interesse, 405 Destinazioni, 380 visite oggi.