L'Alberta è una provincia del Canada occidentale, sul versante est delle Montagne Rocciose, confinante con il Montana (USA) a sud, la Columbia Britannica ad ovest, i Territori del Nord-Ovest a nord ed il Saskatchewan ad est. È entrata a far parte della confederazione nel 1905.

 Alexander Cameron Rutherford, il premier dell'indipendenza (1905)

La regione oggi compresa nell'Alberta era già abitata da popolazioni indigene parecchio tempo prima dell'arrivo degli europei. I nativi erano distribuiti in diverse tribù tra cui Assiniboine, Piedi Neri e Cree.

Nel 1670 la Compagnia della Baia di Hudson ottenne il permesso per lo sfruttamento commerciale delle pelli e la caccia nella regione dell'odierna Alberta che al tempo faceva parte dell'immenso territorio denominato Terra di Rupert.

Buona parte della regione però rimase totalmente inesplorata, se si eccettuano piccole comunità situate nel Nord-Ovest fondate con l'arrivo dei francesi approssimativamente a partire dal 1731, come Lac La Biche e Bonnyville o Fort La Jonquière nel 1752 dove oggi sorge Calgary.

Si deve attendere il 1754 per avere una timida penetrazione nel territorio, quando la Compagnia della Baia di Hudson mandò Antony Henday con l'obbiettivo di intessere le prime relazioni di natura commerciale con i nativi della regione. Una compagnia concorrente, la Compagnia del Nord-Ovest, nel 1778 costruì alcuni forti e stazioni commerciali, ma abbandonò l'area meno di 50 anni più tardi, nel 1821. Fra i primi esploratori di queste terre vanno menzionati Peter Pond per la regione di Athabasca che fondò Fort Athabasca sempre nel 1778.

Edmonton fondata nel 1795 fu tra i primi insediamenti che divennero permanenti. Parte rilevante nell'esplorazione della regione deve essere ascritta ai missionari cattolici che dal 1840 in poi tentarono l'espansione. Fra i primi Robert Rundle tra il 1840 e il 1848. Nel 1843 venne fondata una missione a Lac Claire.

Un ulteriore contributo all'esplorazione e alla colonizzazione venne dato da Roderick Mackenzie che fondò Fort Chipewyan nel 1888, e soprattutto a suo cugino Sir Alexander Mackenzie che scoprì parte del fiume North Saskatchewan e raggiunse il Lago Athabasca. Da qui scoprì le sorgenti del fiume Peace, nel tentativo di aprirsi una strada verso l'Oceano Pacifico.

Nel 1870 la Compagnia della Baia di Hudson trasferì il controllo della Terra di Rupert al governo britannico che subito la cedette al Canada. La Terra di Rupert venne così incorporata in quelli che vennero chiamati Territori del Nord-Ovest. Da questa immensa regione, 12 anni più tardi, il governo canadese creò nuovi distretti: Assiniboia, Athabasca, Saskatchewan e Alberta per l'appunto.[1]

Una notevole spinta alla colonizzazione fu offerta dall'arrivo della ferrovia. La Canadian Pacific Railway che avrebbe collegato Montréal a Vancouver raggiunse Calgary nel 1883. E la regione vide di conseguenza arrivare migliaia di nuovi immigrati ogni anno, attratti dalla promessa del governo canadese di nuove terre.

Negli anni novanta dell'Ottocento venne ridisegnata l'intera regione: l'Athabasca e una piccola porzione dell'Assiniboia vennero fuse all'Alberta dando definitivamente forma a confini rimasti inalterati fino ai giorni nostri.

Solo nel 1905 l'Alberta, dopo una lunga campagna autonomista, assunse lo status di “provincia” con la nomina di Alexander Cameron Rutherford come premier.

^ Library and Archives Canada: Canadian Confederation (archiviato dall'url originale il 1º giugno 2007).
Fotografie di:
Michael Rogers - CC BY-SA 3.0
Zones
Statistics: Position
3171
Statistics: Rank
36756

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Sicurezza
738452619Fai clic/tocca questa sequenza: :codice
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Google street view

Dove puoi dormire vicino Alberta ?

Booking.com
573.889 visite in totale, 9.238 Punti di interesse, 405 Destinazioni, 427 visite oggi.